EXPO Chianciano: In Mostra Fossili di Milioni di Anni Fa

Siamo nel Paleogene, qualcosa come milioni di anni fa: è questa l’era a cui appartengono i fossili che verranno esposti all’Expo Chianciano nella suggestiva Grotta dell’Evoluzione, una delle attrazioni inserite nel percorso artistico-culturale inaugurato il 13 agosto 2016 in Piazza Matteotti, la piazza principale del centro storico di Chianciano Terme alla presenza del Sindaco Andrea Marchetti e di duemila spettatori. Si potranno ammirare denti di pescecani perfettamente conservati che datano 50 milioni di anni. La perfezione della loro forma aguzza non può non far affiorare paure ataviche e nello stesso tempo pervaderci di un senso di meraviglia per la bellezza del creato che supera le barriere del tempo. Questi reperti appartengono alla collezione di un’importante museo americano che tiene a preservare l’anonimato in quanto ha dovuto cedere la raccolta per sopperire alla mancanza di fondi.

 

 

La Grotta dell’Evoluzione è una delle location che sono state ristrutturate e allestite scenograficamente dal Museo d’Arte di Chianciano per valorizzare la bellissima piazza medievale della cittadina termale, la quale divenne dominio dei Medici nel 1557 sotto Cosimo I. Non poteva infatti mancare il Grotto de Medici dove i visitatori si sentiranno ospiti di una delle più importanti dinastie della storia italiana. Il loro nome è sinonimo stesso di Rinascimento. In altri ambienti invece saranno in mostra Armature, scudi e armi medievali con percorsi interattivi e divertenti. L’antico museo della piazza medievale è stato infatti trasformato nella Sala delle Armi in cui sono esposte armi originali, spade massoniche e riproduzioni delle armi dei personaggi più amati dei film di Hollywood, come Il Signore degli Anelli. Allestita anche una Photography Gallery con macchine fotografiche da collezione e i lavori del famoso fotografo americano Lonnie Schlein, che vanta 35 anni di carriera al New York Times. E ancora una selezione di abiti vintage di haute couture e i disegni originali di Giorgio Armani, già presentati al Guggenheim Museum di New York. Tutto questo al Grotto di Armani. Per la sezione dell’EXPO dedicata all’Arte dei nostri tempi in esposizione le opere di artisti contemporanei tra cui Marco Lodola, invitato varie volte alla Biennale di Venezia. In mostra anche le famose litografie di Toulouse Lautrec con le sue “Femmes” colte nella loro intimità in pose suadenti e conturbanti.

 

L’Art Museum di Chianciano non è nuovo a queste importanti iniziative culturali. Dal 2009 si è ritagliato una risonanza internazionale per la Biennale di Arte Contemporanea che a settembre richiama artisti da tutto il mondo nel seducente panorama della Toscana rinascimentale. Nella collezione permanente si trovano nomi autorevoli, che vanno da Dalì a Schifano, da Francis Turner a Damien Hirst, per non dimenticare la ricchissima serie di incisioni e acqueforti con Dürer in prima linea, passando per Rembrandt e i Piranesi, padre e figlio. In una sala sono presentati pezzi provenienti direttamente dalle case reali italiana, inglese e belga, ma anche un Napoleone III. È suo il piccolo e accurato disegno di soldati che ne testimonia la bravura come artista forse più che come politico. Nella sezione dedicata all’arte asiatica manufatti delle dinastie cinesi Han, Tang e Ming non possono non colpire gli amanti dell’arte antica.

 

 

 

Ecco alcune immagini delle meravigliose mostre di Chianciano Expo:

glqxz9283 sfy39587stf02 mnesdcuix8
sfy39587stf03
sfy39587stf04