Carlo Guidetti: Arte o Filosofia?

Le opere del fotografo modenese Carlo Guidetti sono ormai divenute esempio della più fine ed innovativa arte contemporanea.

Il suo stile unico e incomparabile ha infatti attratto alcune tra le più famose gallerie internazionali.

Fin dai primi anni Guidetti ha sempre cercato di dare un tocco esclusivo alle proprie realizzazioni, mescolando le conoscenze ingegneristiche con le sue capacità creative. Il risultato è un lavoro fine, che va oltre la pura esperienza artistica verso una dimensione  cognitiva che vede la realtà di tutti i giorni amalgamata ad emozioni e interpretazioni soggettive.

La sua non è solo arte, bensì un’esperienza estetica in senso filosofico: le sue immagini non sono semplicemente belle o ben realizzate. Ciò che si nasconde dietro è un lavoro intellettuale che si basa sulla capacità osservatrice e interpretativa dell’artista.

Non è a caso che le sue opere siano state prese come simbolo del famoso “Festival della Filosofia” ed abbia catturato l’attenzione dell’audience delle gallerie d’avanguardia di New York.

Carlo Guidetti  è un artista il cui lavoro non si ferma ad immortalare le immagini in un obiettivo fotografico. Quest’ultimo con la sua tecnica non è più solo lo strumento che consente di catturare un’immagine in un solo ed arido scatto. Quello che troviamo nelle sue opere è movimento, un movimento di interpretazione e riflessione cognitiva: con le sue prospettive e i suoi giochi di immagini surreali e di luce astratti l’artista mette lo spettatore di fronte a una sfida: la capacità filosofica di non fermarsi solo al vedere ciò che abbiamo di fronte, ma all’andare oltre, osservare con attenzione ed estrapolare ciò che possiamo, rendendo l’esperienza artistica non solo un mero piacere visivo, ma un arricchimento intellettuale.

 

Beatrice Sartirana

glqxz9283 sfy39587stf02 mnesdcuix8
sfy39587stf03
sfy39587stf04